041-5794660 info@adimi.org

CAMPI SCUOLA & GIORNATE EDUCATIVE

SABATO 19 SETTEMBRE 2015

INCONTRI EDUCATIVI

“PER IMPARARE A CONOSCERE IL DIABETE”

 

    LEGGI VOLANTINPDFO

 

TRE GIORNATE EDUCATIVE PER IMPARARE A CONOSCERE IL DIABETE 2015
Al ritorno dalle vacanze vi attendono tre occasioni per imparare a conoscere un po’ meglio alcuni aspetti della malattia diabetica, che è sì cronica, ma per fortuna gestibile con sufficienti informazioni sulla prevenzione delle sue complicanze.

Ogni incontro verrà organizzato all’interno di un arco di tempo che va indicativamente dalle ore 9 alle ore 17 con una pausa pranzo di circa un’ora e trenta per la prima e terza giornata, dalle 9 alle 13 per la seconda.

L’invito è rivolto ai diabetici ed ai loro familiari, ma la disponibilità dei posti per ciascun incontro è limitato a circa ottanta-cento persone; per ovvi motivi organizzativi vi invitiamo, pertanto, a prenotarvi per tempo, telefonando ai seguenti numeri : 3385861451 (Primo Battaglia) e 3292111417 (Loris Zuin).

Per i soci ADIMI la giornata è completamente gratuita.

Di seguito vengono illustrati i programmi di massima di ciascuna delle tre giornate, ma maggiori dettagli verranno forniti sul sito www.adimi.ito telefonando ai referenti.

I relatori nella maggior parte dei casi verranno definiti non appena verificata la loro disponibilità.

Altro avvenimento importante è la giornata del 13 settembre organizzata per la prima volta dall’Azienda Ulss 13. Ha deciso di organizzare la Giornata della Salute esclusivamente all’interno del Comune di Mirano, cosa che riteniamo molto importante.

Per chi non la conoscesse, si tratta di una giornata all’insegna dello sport, del correre e del camminare, per una corretta educazione al benessere ed alla salute.

La manifestazione si svolgerà su percorsi podistici, lungo i quali vi saranno dei punti ristoro.

Mentre noi parteciperemo allo screening in piazza, che si svolgerà con le stesse modalità delle altre manifestazioni a cui abbiamo partecipato.

 

Clicca qui per maggiori informazioni

1° incontro : 19 settembre 2015 a Caltana presso l’Agriturismo Papaveri e papere . Temi trattati: Accettazione della malattia diabetica (Relatore il Presidente ADIMI Albino Bottazzo). Calcolo dei carboidrati: Aspetti teorico-pratici utili nella gestione del diabete di tipo 1 Attività motoria all’interno di percorsi campestri nelle vicinanze dell’Agriturismo Nuove terapie insuliniche e nuovi sistemi di autocontrollo glicemico (Aspetti teorici ed illustrazione di esperienze personali).
 2° incontro : 31 ottobre 2015 a Noale presso la sala Riunioni dell’Ospedale Civile . Temi trattati: Accettazione della malattia diabetica (Relatore il Presidente ADIMI Albino Bottazzo). Aspetti psicologici nelle malattie croniche Esercizio fisico nel paziente diabetico, esperienze nel nostro territorio Medicina integrata nella cura del diabete, ruolo del medico di medicina generale ( MMG ) La corretta alimentazione nel paziente diabetico Piano di cura e piano terapeutico: cosa sono?
3° incontro : 14 novembre 2015 a Santa Maria di Sala presso la Villa Farsetti: festeggiamento della GIORNATA MONDIALE DEL DIABETE   TEMA GENERALE: Insidie nascoste e poco conosciute dai diabetici. Cosa dicono gli esperti su: celiachia tiroide nefropatie neuropatie periferiche igiene orale e diabete Accettazione della malattia diabetica (Relatore il Presidente ADIMI Albino Bottazzo).
Una nuova (e poco costosa) frontiera di prevenzione : il retinografo.
Fiera Primiero 2009

CAMPO SCUOLA 27-28-29 MARZO 2009

Venerdì 27:

Arrivo nel pomeriggio in albergo a Transacqua di Fiera di Primiero (Sass Maor).

Dopo cena breve presentazione dei partecipanti per favorire la socializzazione.

Ore 19.30 Cena

Sabato 28 sessione condotta dal dott. Mario Zolli ore 9.00-9.30:

Ore 9.00 – 9.30 Presentazione in power point:

· Introduzione al tema della cronicità in medicina

· Quale differenza tra malattia acuta e cronica.

· L’aspetto psicologico del vissuto di malattia;

· Fasi di accettazione della malattia.

Ore 9.30-10.30 i partecipanti divisi in tre gruppi lavorano su temi diversi:

Ø Quale è stato il primo pensiero alla diagnosi del diabete?

Ø Cosa ha significato per te avere il diabete?

Ø Da quando hai il diabete cosa hai dovuto cambiare: nella tua famiglia, nella tua professione, con gli amici, con gli affetti e nella riflessione del tuo corpo.

Contemporaneamente i familiari lavorano in gruppi per costruire un cartellone sul tema: “Come vedo il diabete nella persona a me cara”

Ore 10.30 –10.45

pausa caffè.

Ore 10.45 –11.30 Presentazione lavori di gruppo in plenaria

Ore 11.30-12.15 Discussione

Ritorno in albergo per il pranzo

Ore 15 Ritorno in aula

Sessione pomeridiana condotta dalla dott.ssa Laura Marinello

Continua la Lettura

Ore 15.00-16.00 presentazione in power point: · La Medicina narrativa · Costruire narrazioni sul sé, mantenerle e trovare negli altri un aiuto per sostenerle; · Elaborazione del trauma attraverso la tecnica dell’autobiografia narrativa; · Possibili conseguenze sulla salute derivanti dalla non condivisione di vissuti emotivi negativi. · Teoria dell’inibizione delle emozioni di J. Pennebaker Ore 16.00-17.00 Discussione, Ore 17.00-17.15 Pausa caffè: 17.15-18.00 I partecipanti divisi a coppie si appartano per raccontarsi. Ore 18.00-19.00 Incontro con Abbott per dimostrazione strumento della glicemia. Ore 19.30 Cena Domenica 29 Conduttori dott. Mario Zolli e la dott.ssa Laura Marinello Ore 9 Ritorno in aula 9.00-11.00 Introduzione ai lavori della terza sessione: · Presentazione in plenaria dei racconti a coppie, riflessione sui contenuti Ore 11.00-12.00 Condivisione delle impressioni sulle giornate di lavoro. Consegna di un “bulbo” con l’invito a prendersi cura di lui per far nascere la pianta con l’augurio di prendersi cura di sé stessi. Ore 12.30-13.00 Finito il pranzo, liberi di andare o restare, con l’impegno di trovarsi nuovamente tutti il 28/04/2009 ore 18.30 presso il Ristorante “A Farsora” a Spinea per continuare il lavoro iniziato a Fiera di Primiero. Un grazie sincero alla dott.ssa Alessandra Cosma che ha voluto onorarci della sua preziosa presenza.